Il Master

Aggiornamento

L'edizione A.A. 2021/2022 del "Master in diritto delle nuove tecnologie e informatica giuridica" (XXI edizione) è stata regolarmente attivata ed il relativo bando di ammissione è stato pubblicato.

La scadenza ultima per l'iscrizione alle selezioni del Master è prevista per il prossimo 10 dicembre 2021.

Allo stato, le attività didattiche del Master A.A. 2021/2022 sono previste “in presenza”, cioè con la frequenza in aula degli iscritti. Se necessario in riferimento all’andamento dell’emergenza sanitaria da Covid-19, le stesse potranno essere erogate in modalità “a distanza” (cioè con partecipazione da remoto, per via telematica) o “mista” (in parte in aula e in parte a distanza), in conformità a quelle che saranno in merito le disposizioni dell’Ateneo e delle autorità competenti. Ogni aggiornamento in proposito sarà pubblicato su questo sito.


Per ogni informazione sul Master è possibile consultare le pagine di questo sito, il testo del bando o scrivere al seguente indirizzo: cirsfid.masteritlaw@unibo.it

 

Informazioni generali

Il Master Universitario in Diritto delle nuove tecnologie e Informatica giuridica, giunto nell'A.A. 2021/2022 alla sua XXI edizione, è promosso e organizzato dal CIRSFID – ALMA AI - Università di Bologna, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Giuridiche - DSG dell'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, la Fondazione Alma Mater, l'EULISP (European Legal Informatics Study Programme) e con il patrocinio della Società Italiana di Informatica Giuridica.

Il Master persegue l'obiettivo di fornire ai partecipanti approfondite conoscenze e capacità di studio ed analisi nei settori dell’informatica giuridica, del diritto dell’informatica e delle nuove tecnologie.

Lo scopo del corso è la formazione di professionisti in possesso di preparazione scientifica, metodologica e tecnologica idonea ad affrontare con piena padronanza le problematiche giuridico-informatiche.

 

Direttore del Master

Prof. Giovanni Sartor

Coordinatore

Avv. Claudio Di Cocco

Tutor didattico

Avv.

 

Consiglio scientifico del Master

Prof.ssa Monica Palmirani

Prof. Antonino Rotolo

Prof. Giovanni Sartor

Avv. Claudio Di Cocco

 

Obiettivi formativi del corso

Il Master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di fornire ai partecipanti:

  • approfondite nozioni e capacità di studio e di analisi nei settori dell'informatica giuridica e del diritto dell'informatica e delle nuove tecnologie, mediante l’apprendimento degli aspetti generali, della disciplina di regolamentazione, della metodologia di individuazione delle criticità, dell’analisi del contesto nazionale ed internazionale;
  • un insieme di conoscenze idoneo a porre i partecipanti in condizione di applicare, laddove richiesto, gli istituti tradizionali del diritto ai predetti ambiti;
  • un’accurata preparazione scientifica, metodologica e tecnologica, che consenta di affrontare con piena padronanza le problematiche giuridico-informatiche;
  • la concreta capacità di affrontare sul piano pratico le questioni studiate, mediante lo svolgimento di attività mirate (esercitazioni pratiche in aula, simulazioni processuali, redazione di atti, studio di case study, svolgimento dello stage o del Project Work).

 

Figure professionali e sbocchi lavorativi

Numerosi sono i settori del diritto sui quali la rivoluzione informatica in atto è suscettibile di incidere mutandone radicalmente dinamiche e schemi di funzionamento. Per tali ragioni sono molteplici - nel mondo del diritto e dell’economia - le figure professionali che costituiscono gli sbocchi privilegiati del percorso formativo che si è disegnato. Volendo esemplificare può ritenersi che gli sbocchi privilegiati del Master siano costituiti dagli uffici per l’automazione in rapida diffusione nella P.A., negli studi legali specializzati nel diritto delle nuove tecnologie e nelle aziende private che operano nel settore ICT o, comunque, che hanno rapporti con dette aziende. Allo stesso modo, il Master si rivolge a quelle figure professionali che, occupandosi di temi tecnologici o ricoprendo incarichi nei settori IT e ICT, sono sempre più nella necessità di governare anche l'oramai imprescindibile profilo giuridico.

Il Master mira a formare:

  • figure in grado di trovare collocazione all’interno della pubblica amministrazione nei molti uffici che oggi seguono, e sempre più numerosi in futuro seguiranno, i processi di automazione della P.A.;
  • figure competenti nel diritto dell’informatica da inserire negli uffici legali di società, enti privati ed aziende;
  • avvocati specializzati in diritto delle nuove tecnologie;
  • figure che, occupandosi di temi tecnologici o ricoprendo incarichi nei settori IT e ICT, sono sempre più nella necessità di governare anche l'oramai imprescindibile profilo giuridico.

 

PER IL MASTER A.A. 2021/2022 E' IN CORSO LA RICHIESTA  DI ACCREDITAMENTO PRESSO IL CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA AL FINE DEL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI FORMATIVI PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI AVVOCATI

 

Partnership EULISP

Il Master in Diritto delle nuove tecnologie e Informatica giuridica è parte del consorzio europeo EULISP - European Legal Informatics Study Programme, che comprende corsi analoghi presso le università consorziate (al momento: Strathclyde University Glasgow; Katholieke Universiteit Leuven - Universiteit Brussel; University of London; Université Notre-Dame de la Paix Namur; Universitetet i Oslo; Lapin yliopisto Rovaniemi; Universität Wien; Universidad de Zaragoza; Leibniz University of Hanover; Pontificia Universidad Católica de Argentina; Kyushu University Fukuoka).

Gli iscritti avranno la possibilità di frequentare parte del Master presso una delle università consorziate ed ivi conseguire i crediti formativi corrispondenti ai corsi seguiti.

In particolare, i frequentanti possono chiedere alla direzione del Master di usufruire di un periodo di studio in una delle università partner. Nel rispetto dei limiti e dei requisiti di accesso previsti dal programma EULISP e dalle università consorziate (ivi compresa l’eventuale fee richiesta dalla sede consorziata), la direzione del Master si riserva di valutare l'ammissibilità della domanda con riferimento alla compatibilità dell’attività da svolgersi all'estero con il calendario e il programma del corso. Il frequentante deve dimostrare di avere una conoscenza adeguata della lingua nella quale saranno tenuti i corsi della sede prescelta. Qualora le domande per l'accesso a ciascuna università straniera siano superiori ai posti disponibili, verrà stilata una graduatoria. I criteri di priorità sono rappresentati dal risultato conseguito nella prova di ammissione e dal livello di conoscenza della lingua utilizzata nelle lezioni del corso dell'università straniera.